Bitcoin: cresce l’interesse in Puglia per gli investimenti nelle crypto

Nel corso degli ultimi anni si è discusso sempre di più del Bitcoin e anche in Italia, in particolar modo in Puglia, ci sono stati pareri particolarmente favorevoli a questo prodotto innovativo. Soprattutto nel 2017, l’età dell’oro del Bitcoin, anche in Puglia diverse realtà si sono avvicinate con grandissimo interesse a questo tipo di investimento, che comunque deve ancora trovare una stabilità e una sicurezza che, fino a questo momento, le sono sconosciute.

In effetti, il Bitcoin ha rappresentato uno dei prodotti più rivoluzionari proposti sul mercato in questo decennio che ci siamo appena lasciati alle spalle.

Su L’insider è stata pubblicata una perfetta analisi sul percorso che è stato fatto da questa criptovaluta nel corso del decennio appena terminato. Il blog di Betway ha pubblicato dettagliatamente anche aneddotti e storie sulla criptovaluta. Tutto è partito nel biennio 2009-2010, con la prima transazione firmata Papa John’s e i primi investimenti. Al tempo stesso, sono arrivate anche le prime “beghe” dal punto di vista della sicurezza, ma con una convinzione che il Bitcoin potesse essere veramente la nuova valuta del decennio.

La diffusione anche dei primi bancomat a Vancouver e San Diego da cui poter effettuare i prelevamenti di Bitcoin. L’iniziativa di uno dei boxeur più famosi di sempre, ovvero Mike Tyson, che ha investito molto in questo settore, creando un bancomat che riportava proprio il suo nome, collocato a Las Vegas, in una location un po’ particolare, ovvero il LINQ Hotel & Casinò, che in realtà non accetta Bitcoin in modo diretto.



Add a comment

EnglishItalian