Che cosa sono le cryptovalute? Cosa è la blockchain?

Le cryptovalute, sono delle monete che esistono solo in forma digitale. Sono nate da una idea di un gruppo di informatici anonimi denominati con lo pseudonimo: Satoshi Nakamoto, nascono tra il 2008 ed il 2009 con l’intendo di soppiantare l’attuale sistema bancario e monetario, con la ferma intenzione di rivoluzionare alla radice ogni tipo di transazione monetaria.

Le transazioni tradizionali necessitano di un intermediario che certifichi l’avvenuta mediazione, con il sistema blockchain alla base delle cryptovalute questo intermediario scompare. Internet è un mondo vario e vasto, colmo di molte cose che non sono ancora completamente note a tutti. Il web è metaforicamente come un iceberg: la parte che affiora dall’acqua è la parte di internet completamente visibile, mentre la parte inferiore (cioè quella sotto l’acqua) è quella estranea a tutto il mondo. Quello è il Deep Web. Nel Deep Web rientrano anche le criptovalute, divenute famose grazie a questa parte nascosta di internet. Quando parliamo di cryptovalute parliamo sottintendiamo sempre che si basano sul sistema blockchain ma in pochi sanno davvero cosa è la blockchain.

TI PIACEREBBE INVESTIRE IN SICUREZZA NELLE CRYPTOVALUTE CON UN’AZIENDA ITALIANA? SCOPRI WWW.IFS-MININGFACTORY.COM

Blockchain è sicuramente ad oggi la parola più gettonata oggi in ambito digitale e tecnofinanziario, per cui è importante capire bene cos’è, come funziona, dove viene usata e perché è considerata una tecnologia rivoluzionaria. Blockchain, che letteralmente significa catena di blocchi, è un grande registro digitale in cui le voci sono raggruppate in blocchi concatenati in ordine cronologico. Pensiamo alla blockchain come a un’enorme banca dati condivisa a cui si possono aggiungere man mano nuovi blocchi e a cui tutti possono accedere, ma non è modificabile e la sua sicurezza è garantita da crittografia. In termini semplici una blockchain è una serie di registrazioni immutabili di dati in cui ogni blocco di dati è fissato e vincolato l’uno all’altro utilizzando principi crittografici (catena). La blockchain è un sistema semplice e geniale allo stesso tempo di passare informazioni da A a B in modo completamente automatico e sicuro. Esistono blockchain globali, come appunto il bitcoin, ma si può anche creare una blockchain per un’azienda o una comunità separata.

La sua stessa definizione rende la blockchain una tecnologia in costante crescita non appena nuovi blocchi “completi” vengono aggiunti ai precedenti. Una volta che un nuovo blocco è stato aggiunto alla catena non si può fare nulla per modificarlo. Per cambiare qualcosa si aggiungerà un blocco sopra quello precedente, e questa operazione verrà notificata a tutti.

La particolarità della blockchain è che non ha un’autorità centrale: per sua stessa definizione è un sistema decentralizzato, una parte di una transazione avvia il processo creando un blocco, e tutti possono formare un blocco di dati. Questo blocco viene verificato e validato da migliaia, forse milioni, di computer distribuiti in rete, e così viene aggiunto alla catena in modo permanente. Nel momento in cui un blocco viene completato, un altro ne viene generato, cosa che ha dato vita ad una cifra esponenziali di blocchi.

Tutte le informazioni sono crittografate con crittografia matematica, il che rende praticamente impossibile qualsiasi tentativo di frode e falsificazione. Inoltre non sono necessari intermediari poiché tutte le transazioni avvengono da persona a persona e non esiste un potere decisionale centrale poiché ogni utente ha una voce che conta. Sarà logico quindi pensare che il mercato finanziario potrebbe passare presto da un centralizzato a decentralizzato.





Add a comment

EnglishItalian