Investire nelle Cryptovalute ai tempi del Coronavirus

Mentre l’Italia è impaurita dal timore eccessivo per il Coronavirus, ovunque si analizza come investire nelle Cryptovalute

Quali sono le correlazioni finanziarie tra il temuto Coronavirus e le due principali cryptovalute: Bitcoin ed Ethereum? E’ il momento di investire e credere nelle cryptovalute come bene rifugio?

In sintesi dobbiamo ormai considerare Bitcoin ed Ethereum come due veri Asset di investimento che rispecchiano indipendentemente dalla loro volatilità, i maggiori punti di riferimento per gli investimenti in cryptovalute. Scopriamo che legame c’è fra il coronavirus e queste cryptovalute in questo momento abbastanza destabilizzante. Ogni settore economico e finanziario è stato intaccato dal fenomeno coronavirus e ne sta pagando “i sintomi” con ripercussioni molto pesanti.

TI PIACEREBBE INVESTIRE NEL MINING DELLE CRYPTOMONETE? SCOPRI INNOVATION MINING, AZIENDA ITALIANA LEADER NEL SETTORE

Scopriamo quindi il legame tra Bitcoin, Ethereum e Coronavirus in termini prettamente “finanziari“. Bitcoin e le altre cryptovalute hanno lottato per mesi per risalire una fase di assestamento che le tratteneva ad una soglia che appariva insormontabile di 7200-7500€. Finalmente erano riuscite a superare l’ardua soglia catapultandosi in poco tempo ai 9200€. Poi pian piano la discesa che le porta oggi a resistere intorno agli 8000€.

I titoli azionari sono in picchiata scendendo vorticosamente e destabilizzando il mercato.

Stanno crollando quindi anche i tradizionali beni rifugio come il Dollaro e lo Yen. Resistono solo L’Oro e le Cryptovalute. Quindi investire in Bitcoin, Ethereum o anche le altre Altcoin risulta essere un’ottima ed oculata idea secondo una previsione lungimirante la quale vedrà molto presto il valore delle cryptovalute schizzare alle stelle.





Add a comment

EnglishItalian