Sventato uno schema Ponzi da 722 Milioni di Dollari per il mining di Cryptovalute

Martedì scorso tre uomini sono stati arrestati a Newark, nel New Jersey, con l’accusa di frode agli investitori per $ 722 milioni in un piano di mining di criptovaluta, ha annunciato l’ufficio del procuratore degli Stati Uniti per il distretto del New Jersey.

L’accusa sostiene che Matthew Brent Goettsche, Jobadiah Sinclair Weeks e Joseph Frank Abel hanno attuato un piano fraudolento per sollecitare investimenti nell’estrazione di criptovaluta da aprile 2014 a dicembre 2019.

Altri due imputati, che l’ufficio dell’avvocato americano non ha identificato, sono ancora in libertà.

INVESTI IN SICUREZZA NEL MINING! SCOPRI IL PROGETTO ITALIANO INNOVATION MINING

I tre presumibilmente hanno attratto gli investitori nell’impresa, BitClub Network, con dati “falsi e fuorvianti” che ha presentato come “guadagni di mining bitcoin”.

Goettsche ha dichiarato nelle comunicazioni private che il piano era rivolto a “stupidi investitori” e ha affermato che “stava costruendo questo intero modello sul retro degli idioti”, secondo l’ufficio del procuratore americano.

In alcune comunicazioni, Goettsche ha diretto attivamente un co-cospiratore per “aumentare i guadagni giornalieri delle attività minerarie”.

Il destinatario ha risposto “che non è sostenibile, che è ponzi teritori [sic] e ponzi di prelievo rapido … ma certo.”

L’accusa incarica Goettsche e Weeks di cospirazione per commettere frodi finanziarie e tutti e tre con cospirazione per offrire e vendere titoli non registrati.

Il procuratore americano Craig Carpenito ha affermato che ciò che i tre “presumibilmente hanno fatto equivale a poco più di un moderno schema Ponzi ad alta tecnologia che ha truffato le vittime di centinaia di milioni di dollari”.

Un agente speciale che lavorava sul caso a Newark definì il regime un “classico gioco di truffa”.

“Questo era un classico gioco di truffa con un tocco virtuale; false promesse di grandi ritorni per gli investimenti nel mining di Bitcoin “, John R. Tafur, agente speciale responsabile dell’ufficio investigativo criminale di Newark IRS.

“L’IRS Criminal Investigation continuerà a lavorare con i nostri partner delle forze dell’ordine, compresi i Chief Joint of Global Tax Enforcement, per indagare e consegnare alla giustizia i criminali informatici”.

comunicato stampa assodigitale.it



Add a comment

EnglishItalian